Come valutare un’autofficina di qualità e risparmiare un mucchio di soldi [7^ Parte: Foglio di accettazione: tutela dell’automobilista]

Questo settimo articolo fa parte del corso gratuito “Come valutare un’autofficina di qualità e risparmiare un mucchio di soldi”. Qui trovate le prime cinque lezioni:

  1. Come si sceglie un’autofficina?
  2. Ricambi auto. Differenza tra originale e omologato
  3. Software preventivi meccanici
  4. Software diagnosi auto
  5. I difetti delle autofficine su strada
  6. Vantaggi delle autofficine multi servizi

Di seguito la 7^ parte.

Foglio di accettazione: tutela dell’automobilista

foglio accettazione officina

In molte concessionarie e officine autorizzate avviene la fase di accettazione del veicolo. Per accettazione si intende la registrazione dei dati della vettura in riparazione. Consiste nel controllare attentamente lo stato del veicolo e annotare su una scheda i seguenti elementi:

  • danni riscontrati sulla carrozzeria;
  • quantità di carburante presente nel serbatoio;
  • stato dei pneumatici;
  • chilometri riportati sul cruscotto.

Questa scheda viene firmata dall’accettatore e dal cliente. Il suo scopo è evitare controversie durante la consegna del veicolo al termine dei lavori. Qualora il cliente riscontrasse durante il ritiro qualche graffio non annotato sulla scheda, potrà richiedere il risarcimento del danno.

Questo sistema come scritto precedentemente è molto diffuso all’interno delle concessionarie dove il foglio di accettazione è obbligatorio e registrato con un numero progressivo.

Perché altre non fanno compilare il foglio di accettazione? Possiamo dire che le officine italiane tendono a semplificare tutto, un po’ per pigrizia ma anche per mancanza di cultura. Buona parte della colpa va anche ai clienti che pretendono meno qualità.

In fondo, si tratta di far valere i propri diritti.

Cosa potete fare se in officina manca l’accettatore? Prima di lasciare l’auto, chiedete di poterla tenere in officina durante la notte. Fate presente che l’attuale stato d’uso del veicolo. Così facendo mettete in allerta l’officina. Questa è l’unica cosa che potete fare per tutelarvi. In caso contrario potrebbero nascere dei problemi.

Una volta ritirata l’auto, teoricamente si chiude il rapporto con il meccanico, ma non sempre questo accade.

fonte foto: Google Immagini

Flotte auto aziendali

Corretta gestione della manutenzione del parco auto. Abbattiamo i costi attraverso: ricambi aftermarket, banca dati, portali web, controllo authority sugli interventi di manutenzione.

Manutenzione cambio automatico

Individuiamo lubrificanti ATF con la corretta specifica del costruttore del cambio. Usiamo additivi studiati per pulire e migliorare le performance.

Manutenzione auto di proprietà privata

Ti indicheremo un nostro meccanico affiliato da noi selezionato. Controlleremo e verificheremo la correttezza del preventivo prima che il riparatore intervenga. Risparmierai sulla manodopera e sui costi dei ricambi auto.

Cosa ne pensi dell'articolo? Lasciaci un commento!


Articolo scritto da GenesiSaw (Ufficio Marketing)


L'area di competenza, si occupa di analizzare e sviluppare statistiche nel mercato automobilisitco (autoriparazioni, ricambi auto, news).

GenesiSaw S.r.l.


GenesiSaw srl


PolicyDisclaimer

Copyright © 2010 - 2014

P.IVA 03593320249

Capitale sociale € 10.000

Tutti i Diritti Riservati


Sede legale:

Inviaci una e-mail

Per favore, usa il modulo qui di seguito compilando tutti i campi.